La questione del diritto in Italia
 

restituzione canoni in eccesso
1 | 2 | 3 |

lenny 12 Ott 2017 00:58
sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in nero
con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un regolare
contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a quello
reale). Ho sempre pagato con degli assegni , tutti fotocopiati , e ho
conservato anche le ricevute rilasciate dal locatore. Dopo due mesi che
ho riconsegnato le chiavi ho mandato , tramite avvocato , una
raccomandata dove chiedevo la restituzione dei canoni in eccesso. La
controparte ha risposto (tramite fax) che era disponibile a trovare una
"soluzione transattiva" ma , contattati dal mio legale , sono spariti
nel nulla. Nel frattempo è diventata obbligatoria per legge la
conciliazione , ma la controparte si è rifiutata di giungere ad un
accordo. Faccio causa e sono passati più di sei mesi , l'avvocato del
locatore ha chiesto la decadenza del procedimento. Ho qualche
possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge determina
automaticamente l'estinzione del diritto ad essere risarcito? La
raccomandata inviata dopo due mesi dalla restituzione dell'immobile è
inutile? Avere messo per iscritto di essere disponibili ad un accordo
non implica la rinuncia ad avvalersi della prescrizione?
Aioe 12 Ott 2017 08:52
Il Thu, 12 Oct 2017 00:58:47 +0200, lenny ha scritto:

> Nel frattempo è diventata obbligatoria per legge la
> conciliazione , ma la controparte si è rifiutata di giungere ad un
> accordo.

qui non sei molto chiaro...
avete esperito il tentativo obbligatorio di conciliazione?
se la controparte ha rifiutato un accordo in sede di conciliazione, puoi
tranquillamente rivolgerti al giudice, altrimenti devi prima tentare la
conciliazione

> Faccio causa e sono passati più di sei mesi , l'avvocato del
> locatore ha chiesto la decadenza del procedimento.

perché la controparte ha chiesto la decadenza del procedimento?

> Ho qualche
> possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge determina
> automaticamente l'estinzione del diritto ad essere risarcito?

no, semmai la legge determina, forse, l'estinzione del giudizio ma in
nessun caso l'estinzione del sottostante diritto vantato

> Avere messo per iscritto di essere disponibili ad un accordo
> non implica la rinuncia ad avvalersi della prescrizione?

si, è un atto interruttivo della prescrizione

ps.. il termine di prescrizione è di *cinque* anni, hai comunque perso le
prime sette annualità
Cordy 12 Ott 2017 10:22
Il 12/10/2017 00:58, lenny ha scritto:
> sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in nero
> con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un regolare
> contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a quello
> reale). Ho sempre pagato con degli assegni , tutti fotocopiati , e ho
> conservato anche le ricevute rilasciate dal locatore. Dopo due mesi che
> ho riconsegnato le chiavi ho mandato , tramite avvocato , una
> raccomandata dove chiedevo la restituzione dei canoni in eccesso. La
> controparte ha risposto (tramite fax) che era disponibile a trovare una
> "soluzione transattiva" ma , contattati dal mio legale , sono spariti
> nel nulla. Nel frattempo è diventata obbligatoria per legge la
> conciliazione , ma la controparte si è rifiutata di giungere ad un
> accordo. Faccio causa e sono passati più di sei mesi , l'avvocato del
> locatore ha chiesto la decadenza del procedimento. Ho qualche
> possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge determina
> automaticamente l'estinzione del diritto ad essere risarcito? La
> raccomandata inviata dopo due mesi dalla restituzione dell'immobile è
> inutile? Avere messo per iscritto di essere disponibili ad un accordo
> non implica la rinuncia ad avvalersi della prescrizione?

Non vedo l'attinenza con il condominio. Forse avrai maggiori speranze di
risposta su un altro ng, tipo it.diritto o qualcosa che possa essere più
in linea con il tuo quesito. Mi sono permesso di aggiungere il tag.
Per come la vedo io, puoi fare solo una cosa: la "spia" alla guardia di
Finanza. Non ne avrai alcun vantaggio personale, ma ti sarai vendicato.
Una causa, boh, non capisco dove sia il danno: se hai pagato per tutti
quegli anni, stava bene anche a te.
tinô 12 Ott 2017 11:17
Il 12/10/2017 10:22, Cordy ha scritto:
> Il 12/10/2017 00:58, lenny ha scritto:
>> sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in
>> nero con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un
>> regolare contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a
>> quello reale). Ho sempre pagato con degli assegni , tutti fotocopiati
>> , e ho conservato anche le ricevute rilasciate dal locatore. Dopo due
>> mesi che ho riconsegnato le chiavi ho mandato , tramite avvocato ,
>> una raccomandata dove chiedevo la restituzione dei canoni in eccesso.
>> La controparte ha risposto (tramite fax) che era disponibile a
>> trovare una "soluzione transattiva" ma , contattati dal mio legale ,
>> sono spariti nel nulla. Nel frattempo è diventata obbligatoria per
>> legge la conciliazione , ma la controparte si è rifiutata di giungere
>> ad un accordo. Faccio causa e sono passati più di sei mesi ,
>> l'avvocato del locatore ha chiesto la decadenza del procedimento. Ho
>> qualche possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge
>> determina automaticamente l'estinzione del diritto ad essere
>> risarcito? La raccomandata inviata dopo due mesi dalla restituzione
>> dell'immobile è inutile? Avere messo per iscritto di essere
>> disponibili ad un accordo non implica la rinuncia ad avvalersi della
>> prescrizione?
>
> Non vedo l'attinenza con il condominio. Forse avrai maggiori speranze
> di risposta su un altro ng, tipo it.diritto o qualcosa che possa
> essere più in linea con il tuo quesito. Mi sono permesso di aggiungere
> il tag.
> Per come la vedo io, puoi fare solo una cosa: la "spia" alla guardia
> di Finanza. Non ne avrai alcun vantaggio personale, ma ti sarai
> vendicato.
> Una causa, boh, non capisco dove sia il danno: se hai pagato per tutti
> quegli anni, stava bene anche a te.
certo che lem*****eee communiste abbondano in questi ng free---
questo affitta una casa, firma il contratto paga per 12 anni e poi fa
lam*****a e richiede i soldi indietro....
cheppoverem*****eee
nn 12 Ott 2017 11:57
On 12/10/2017 00:58, lenny wrote:
> sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in nero
> con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un regolare
> contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a quello
> reale). Ho sempre pagato con degli assegni , tutti fotocopiati , e ho
> conservato anche le ricevute rilasciate dal locatore. Dopo due mesi che
> ho riconsegnato le chiavi ho mandato , tramite avvocato , una
> raccomandata dove chiedevo la restituzione dei canoni in eccesso. La
> controparte ha risposto (tramite fax) che era disponibile a trovare una
> "soluzione transattiva" ma , contattati dal mio legale , sono spariti
> nel nulla. Nel frattempo è diventata obbligatoria per legge la
> conciliazione , ma la controparte si è rifiutata di giungere ad un
> accordo. Faccio causa e sono passati più di sei mesi , l'avvocato del
> locatore ha chiesto la decadenza del procedimento. Ho qualche
> possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge determina
> automaticamente l'estinzione del diritto ad essere risarcito? La
> raccomandata inviata dopo due mesi dalla restituzione dell'immobile è
> inutile? Avere messo per iscritto di essere disponibili ad un accordo
> non implica la rinuncia ad avvalersi della prescrizione?


mi sfugge perchè tu debba avere le somme indietro
se le hai pagate vuol dire che vi era un accordo verbale con cui il
canone pattuito era quello.
Se poi le somme venivano pagate in nero, quello è un altro discorso
Giampaolo Natali 12 Ott 2017 13:02
nn wrote:
> On 12/10/2017 00:58, lenny wrote:
>> sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in nero
>> con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un regolare
>> contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a quello
>> reale). >
>
> mi sfugge perchè tu debba avere le somme indietro
> se le hai pagate vuol dire che vi era un accordo verbale con cui il
> canone pattuito era quello.
> Se poi le somme venivano pagate in nero, quello è un altro discorso

Per me il discorso è sempre quello:

ha affittato un appartamento ad un prezzo che andava bene, in nero o in
bianco non ha importanza.
Poi ha avuto il contratto regolare, con tutte le regole di legge, ma ha
pagato una parte in nero; andava benissimo pure così.
Ha occupato l'appartamento per "solo" 14 anni e vuole indietro i soldi
pagati in nero?
Non vorrei querele per diffamazione, ma se l'OP capisce
....................... si deve vergognare e basta.


--
Giampaolo Natali
giampaolo_natali@alice.it
Giampaolo Natali 12 Ott 2017 13:04
tinô wrote:
> Il 12/10/2017 10:22, Cordy ha scritto:
>> Il 12/10/2017 00:58, lenny ha scritto:
>>> sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in
>>> nero con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un
>>> regolare contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a
>>> quello reale). Ho sempre pagato con degli assegni , tutti fotocopiati
>>> , e ho conservato anche le ricevute rilasciate dal locatore. Dopo due
>>> mesi che ho riconsegnato le chiavi ho mandato , tramite avvocato ,
>>> una raccomandata dove chiedevo la restituzione dei canoni in eccesso.
> certo che lem*****eee communiste abbondano in questi ng free---
> questo affitta una casa, firma il contratto paga per 12 anni e poi fa
> lam*****a e richiede i soldi indietro....
> cheppoverem*****eee

Già :-( :-( :-(


--
Giampaolo Natali
giampaolo_natali@alice.it
Archetipo 12 Ott 2017 13:42
Il 12/10/2017 08:52, Aioe ha scritto:
> qui non sei molto chiaro...
> avete esperito il tentativo obbligatorio di conciliazione?
> se la controparte ha rifiutato un accordo in sede di conciliazione, puoi
> tranquillamente rivolgerti al giudice, altrimenti devi prima tentare la
> conciliazione

Esatto , abbiamo esperito la conciliazione , la controparte ha rifiutato
un accordo e quindi ho fatto causa.

> perché la controparte ha chiesto la decadenza del procedimento?

L'avvocato del locatore ha chiesto la decadenza adducendo come
motivazione che erano trascorsi più di sei mesi tra la restituzione
dell'appartamento al suo assistito e l'avvio della causa civile.

>> Ho qualche
>> possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge determina
>> automaticamente l'estinzione del diritto ad essere risarcito?
>
> no, semmai la legge determina, forse, l'estinzione del giudizio ma in
> nessun caso l'estinzione del sottostante diritto vantato

>> Avere messo per iscritto di essere disponibili ad un accordo
>> non implica la rinuncia ad avvalersi della prescrizione?
>
> si, è un atto interruttivo della prescrizione
>
> ps.. il termine di prescrizione è di *cinque* anni, hai comunque perso le
> prime sette annualità

Ok, grazie.
Archetipo 12 Ott 2017 13:47
Il 12/10/2017 10:22, Cordy ha scritto:
> Non vedo l'attinenza con il condominio.

Si parla anche qui di diritto.

> Per come la vedo io, puoi fare solo una cosa: la "spia" alla guardia di
> Finanza. Non ne avrai alcun vantaggio personale, ma ti sarai vendicato.

Ho avuto un colloquio con un dipendente della finanza e mi sono cadute
le braccia : mi ha sconsigliato sia di denunciare il locatore che di
fargli causa (non scherzo).

> Una causa, boh, non capisco dove sia il danno: se hai pagato per tutti
> quegli anni, stava bene anche a te.

Se non accettavo non mi concedeva l'appartamento.
Archetipo 12 Ott 2017 13:51
Il 12/10/2017 13:02, Giampaolo Natali ha scritto:
> Ha occupato l'appartamento per "solo" 14 anni e vuole indietro i soldi
> pagati in nero?

Ho abitato solo per *12* anni in quella casa. Se non sei capace di
leggere evita di sputare sentenze.

> Non vorrei querele per diffamazione, ma se l'OP capisce
> ....................... si deve vergognare e basta.
>

E al proprietario di casa che ha evaso il fisco e commesso altre
*****herie che non sto qui ad elencare gli diamo una medaglia. Vergognati!
Archetipo 12 Ott 2017 13:57
Il 12/10/2017 11:57, nn ha scritto:
> mi sfugge perchè tu debba avere le somme indietro

Ti sei perso questo :
https://www.leggioggi.it/2016/03/11/legge-di-stabilita-2016-novita-affitti-in-nero-cosa-si-rischia/
nn 12 Ott 2017 14:11
On 12/10/2017 13:57, Archetipo wrote:
> Il 12/10/2017 11:57, nn ha scritto:
>> mi sfugge perchè tu debba avere le somme indietro
>
> Ti sei perso questo :
>
https://www.leggioggi.it/2016/03/11/legge-di-stabilita-2016-novita-affitti-in-nero-cosa-si-rischia/
>

norme già in passato bocciate dalla consulta, vedremo le prime sentenze

inoltre devi provare che i soldi in più fossero per il canone e non per
altro
Archetipo 12 Ott 2017 14:16
Il 12/10/2017 14:11, nn ha scritto:
> inoltre devi provare che i soldi in più fossero per il canone e non per
> altro

Come ho detto il pagamento del canone avveniva con assegni , tutti
fotocopiati.
_merlinO_ 12 Ott 2017 14:36
Archetipo <perverso@polimorfo.invalid> ha scritto:

> Come ho detto il pagamento del canone avveniva con assegni , tutti
> fotocopiati.

Tu sai che se una volta accertato il nero (cosa comunque difficile) risulterai
obbligato in solido col proprietario nei confronti del fisco? Significa che se
lui non paga, dovrai pagare tu, salvo poi rivalerti su di lui facendo un'altra
causa...
nn 12 Ott 2017 14:51
On 12/10/2017 14:16, Archetipo wrote:
> Il 12/10/2017 14:11, nn ha scritto:
>> inoltre devi provare che i soldi in più fossero per il canone e non
>> per altro
>
> Come ho detto il pagamento del canone avveniva con assegni , tutti
> fotocopiati.
>


questo dimostra che hai pagato...ma non cosa hai pagato
l'altra parte può sempre sostenere che fosse un rimborso spese o altro
concordato verbalmente

hai mai chiesto quietanze art. 1199 c.c. che dimostrassero che quello
fosse il canone ? L'assegno non basta

cmq sicuramente la consulta ( se ci arriverete) terrà conto che a te il
canone andava bene e non ti sei mai lamentato

E speriamo anche che cassino questa norma assurda che fa diventare un
mero adempimento fiscale la causa di un adempimento
contrattuale..............

per quel che mi riguarda è appropriazione indebita..........
Archetipo 12 Ott 2017 15:05
Il 12/10/2017 14:51, nn ha scritto:
> questo dimostra che hai pagato...ma non cosa hai pagato
> l'altra parte può sempre sostenere che fosse un rimborso spese o altro
> concordato verbalmente

Nella scrittura privata (che ho prodotto) era indicato sempre lo stesso
canone. La controparte non ha negato l'importo maggiore incassato , ha
solo chiesto la prescrizione.

> cmq sicuramente la consulta ( se ci arriverete) terrà conto che a te il
> canone andava bene e non ti sei mai lamentato

Il mio avvocato dice che non si può parlare di accordo.

> E speriamo anche che cassino questa norma assurda che fa diventare un
> mero adempimento fiscale la causa di un adempimento
> contrattuale..............
>
> per quel che mi riguarda è appropriazione indebita..........
Roberto Deboni DMIsr 12 Ott 2017 15:11
On 12/10/17 13:47, Archetipo wrote:
> Il 12/10/2017 10:22, Cordy ha scritto:
>> Non vedo l'attinenza con il condominio.
>
> Si parla anche qui di diritto.
>
>> Per come la vedo io, puoi fare solo una cosa: la "spia" alla guardia
>> di Finanza. Non ne avrai alcun vantaggio personale, ma ti sarai
>> vendicato.
>
> Ho avuto un colloquio con un dipendente della finanza e mi sono cadute
> le braccia : mi ha sconsigliato sia di denunciare il locatore che di
> fargli causa (non scherzo).

Lei e' complice della evasione fiscale.
Non si puo' pagare in nero ed andare impuniti.

>> Una causa, boh, non capisco dove sia il danno: se hai pagato per tutti
>> quegli anni, stava bene anche a te.
>
> Se non accettavo non mi concedeva l'appartamento.

Delle due l'una, o rispetta la legge o paga le conseguenze.

E' questa la rovina d'Italia, che tutti "compartecipano"
(salo poi "pentirsi" dopo).

A proposito di "pentirsi", puo' chiedere ad un
procuratore se come "pentito" le scontano le sanzioni.
Aioe 12 Ott 2017 15:14
Il Thu, 12 Oct 2017 13:42:32 +0200, Archetipo ha scritto:

> L'avvocato del locatore ha chiesto la decadenza adducendo come
> motivazione che erano trascorsi più di sei mesi tra la restituzione
> dell'appartamento al suo assistito e l'avvio della causa civile.

ma sei *sicuro* di questo?

pare un errore *troppo* grossolano per un avvocato, leggi l'art. 2954 cc
Roberto Deboni DMIsr 12 Ott 2017 15:15
On 12/10/17 13:51, Archetipo wrote:
> Il 12/10/2017 13:02, Giampaolo Natali ha scritto:
>> Ha occupato l'appartamento per "solo" 14 anni e vuole indietro i soldi
>> pagati in nero?
>
> Ho abitato solo per *12* anni in quella casa. Se non sei capace di
> leggere evita di sputare sentenze.
>
>> Non vorrei querele per diffamazione, ma se l'OP capisce
>> ....................... si deve vergognare e basta.
>>
>
> E al proprietario di casa che ha evaso il fisco

Grazie alla sua complicita'.
Lei e' "correo".

> e commesso altre *****herie che non sto qui ad
> elencare gli diamo una medaglia. Vergognati!

Si vergogni lei!
Ma il fatto che la GdF la abbia (senza perseguirla, noti
bene, sarebbe omissione di atti d'ufficio ... ma ormai
l'andazzo e' quello che e' ...) informato della sua
corresponsabilita' non le muove qualche dubbio ?!

Lei magari ora tentera' di bofonchiare che non avrebbe
tratto alcun vantaggio dalla vicenda.

FALSO! Se tutto l'affitto fosse stato "in chiaro",
sarebbe sicuramente stato piu' alto, perche' il
proprietario avrebbe ricalcolato in esse le imposte
che altrimenti non poteva piu' evadere.

Lei quindi non ha fatto un giochetto diverso da chi
agevola l'evasione dei professionisti, accettando di
pagare in nero.
Archetipo 12 Ott 2017 15:20
Il 12/10/2017 15:14, Aioe ha scritto:
>> L'avvocato del locatore ha chiesto la decadenza adducendo come
>> motivazione che erano trascorsi più di sei mesi tra la restituzione
>> dell'appartamento al suo assistito e l'avvio della causa civile.
>
> ma sei *sicuro* di questo?

purtroppo sì.

> pare un errore *troppo* grossolano per un avvocato, leggi l'art. 2954 cc

è quello che penso anche io. Il mio avvocato ha sempre detto che con la
raccomandata si interrompeva la prescrizione.
Archetipo 12 Ott 2017 15:30
Il 12/10/2017 15:15, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
> Si vergogni lei!

di aver pagato più del dovuto? La maggior parte dei proprietari di casa
si lamenta di canoni *non* pagati. Forse lei è uno di questi.

> Ma il fatto che la GdF la abbia (senza perseguirla, noti
> bene, sarebbe omissione di atti d'ufficio ... ma ormai
> l'andazzo e' quello che e' ...) informato della sua
> corresponsabilita' non le muove qualche dubbio ?!

al fisco mi hanno detto che il locatore avrebbe avuto una multa blanda ,
sconsigliandomi di fare alcunché. Di "omissione di atti d'ufficio" ne
parla lei , così come di "corresponsabilità".

> Lei magari (CUT)

ho dovuto fare una sintesi della situazione limitandomi alla richiesta
del 3d originale. "L'angioletto" che ha evaso il fisco ha fatto anche
altre *****herie (di cui non si vergogna).
Gianluca. 12 Ott 2017 17:37
"Archetipo"


TU SEI SOLO ******* COMUNISTA!!
Roberto Deboni DMIsr 12 Ott 2017 17:47
On 12/10/17 15:30, Archetipo wrote:
> Il 12/10/2017 15:15, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
>> Si vergogni lei!
>
> di aver pagato più del dovuto?

Quanto era dovuto l'avete concordato liberamente.
Nessuno le stava torcendo il braccio, mentre
firmava gli assegni con le somme maggiori.

E ripeto, lei ha risparmiato, con questa sua
complicita' con l'evasore. Se il canone fosse
stato tutto in chiaro, la cifra che avrebbe dovuto
pagare sarebbe stata piu' alta.
Esattamente come la fattura del dentista.
Ci arriva ?!!!

Lei e' evasore quanto il suo "socio in affari".

Mi ricorda i ragazzini piangenti di tangentopoli,
che non volevano capire che cio' che avevano fatto
era un reato, solo perche' l'avevano visto fare ai
piu' anziani per tanto tempo.

> La maggior parte dei proprietari di casa si lamenta
> di canoni *non* pagati. Forse lei è uno di questi.

?

Ma ci fa o ci e' ?

>> Ma il fatto che la GdF la abbia (senza perseguirla, noti
>> bene, sarebbe omissione di atti d'ufficio ... ma ormai
>> l'andazzo e' quello che e' ...) informato della sua
>> corresponsabilita' non le muove qualche dubbio ?!
>
> al fisco mi hanno detto che il locatore avrebbe avuto
> una multa blanda, sconsigliandomi di fare alcunché.

Ma se la multa era blanda, non sarebbe ugualmente
valsa la pena ? Suvvia, non credera' di fregarci cosi'
facilmente ?

> Di "omissione di atti d'ufficio" ne
> parla lei , così come di "corresponsabilità".

Certo che lo scrivo: appena avuto notizia del fatto, avrebbe
dovuto utilizzare le sue generalita' per iniziare
il procedimento.

Ma in che Stato vive lei ?
La Repubblica delle Banane ?

>> Lei magari (CUT)
>
> ho dovuto fare una sintesi della situazione limitandomi alla
> richiesta del 3d originale. "L'angioletto" che ha evaso il
> fisco ha fatto anche altre *****herie (di cui non si vergogna).

Chi tace e' complice.
Omertoso che non e' altro.
lenny 12 Ott 2017 20:14
Il 12/10/2017 17:47, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
> Quanto era dovuto l'avete concordato liberamente.
> Nessuno le stava torcendo il braccio, mentre
> firmava gli assegni con le somme maggiori.

se non firmavo il proprietario avrebbe fatto finta di niente? Lo ha
letto il contratto che ho firmato? Quando non si conoscono tutti i
dettagli è bene tacere.

> Esattamente come la fattura del dentista.
> Ci arriva ?!!!

il paragone da lei fatto è demenziale. Il dentista non rilascia la
fattura , in questo caso il risparmio c'è per lui e per il paziente. Nel
mio caso il locatore intascava 10 e rilasciava una ricevuta da 5. Cosa
ho risparmiato? Si rende conto di quello che ha detto? Ci arriva?

> Lei e' evasore quanto il suo "socio in affari".

da come si accalora mi sa che è suo socio.

> Ma ci fa o ci e' ?

questa è una domanda che deve fare a se stesso (visto il paragone folle
che ha fatto qualche riga sopra).

> Ma se la multa era blanda, non sarebbe ugualmente
> valsa la pena ? Suvvia, non credera' di fregarci cosi'
> facilmente ?

il discorso non si limita alla restituzione dei canoni (Ma ci fa o ci
e'? cit.). Evidentemente c'è dell'altro , bastava leggere il primo post
per dare , se si era capaci , una risposta.


>> ho dovuto fare una sintesi della situazione limitandomi alla
>> richiesta del 3d originale. "L'angioletto" che ha evaso il
>> fisco ha fatto anche altre *****herie (di cui non si vergogna).
>
> Chi tace e' complice.

chi legge i post e non capisce il contenuto ha dei seri problemi , così
come chi non li legge e sputa sentenze.

> Omertoso che non e' altro.

così parlò il moralista della tastiera. Amen.
lenny 12 Ott 2017 20:16
Il 12/10/2017 17:37, Gianluca. ha scritto:> TU SEI SOLO

Toh chi si rivede , giancula , la ******* comunista di usenet!
Ragnarok 13 Ott 2017 00:12
Il 12/10/2017 00:58, lenny ha scritto:
> sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in nero
> con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un regolare
> contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a quello
> reale). Ho sempre pagato con degli assegni , tutti fotocopiati , e ho
> conservato anche le ricevute rilasciate dal locatore. Dopo due mesi che
> ho riconsegnato le chiavi ho mandato , tramite avvocato , una
> raccomandata dove chiedevo la restituzione dei canoni in eccesso. La
> controparte ha risposto (tramite fax) che era disponibile a trovare una
> "soluzione transattiva" ma , contattati dal mio legale , sono spariti
> nel nulla. Nel frattempo è diventata obbligatoria per legge la
> conciliazione , ma la controparte si è rifiutata di giungere ad un
> accordo.

Sarà il caso che tu scriva qualche datà perché la mediazione è
obbligatoria dal 2010....


Faccio causa e sono passati più di sei mesi , l'avvocato del
> locatore ha chiesto la decadenza del procedimento.

Che vuol dire?


Ho qualche
> possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge determina
> automaticamente l'estinzione del diritto ad essere risarcito?

Di sicuro si sono prescritte le prime due annualità. Poi bisognerebbe
vedere se è applicabile o meno il n. 4 dell'art. 2948 c.c. per capire
cosa puoi richiedere.


La
> raccomandata inviata dopo due mesi dalla restituzione dell'immobile è
> inutile?

Direi di no.


Avere messo per iscritto di essere disponibili ad un accordo
> non implica la rinuncia ad avvalersi della prescrizione?

No.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Jamie 13 Ott 2017 00:14
On 12/10/2017 00:58, lenny wrote:
> sono stato in affitto in una casa per dodici anni , i primi due in nero
> con una semplice scrittura privata , i restanti dieci con un regolare
> contratto di affitto (ma l'importo indicato era inferiore a quello
> reale). Ho sempre pagato con degli assegni , tutti fotocopiati , e ho
> conservato anche le ricevute rilasciate dal locatore. Dopo due mesi che
> ho riconsegnato le chiavi ho mandato , tramite avvocato , una
> raccomandata dove chiedevo la restituzione dei canoni in eccesso. La
> controparte ha risposto (tramite fax) che era disponibile a trovare una
> "soluzione transattiva" ma , contattati dal mio legale , sono spariti
> nel nulla. Nel frattempo è diventata obbligatoria per legge la
> conciliazione , ma la controparte si è rifiutata di giungere ad un
> accordo. Faccio causa e sono passati più di sei mesi , l'avvocato del
> locatore ha chiesto la decadenza del procedimento. Ho qualche
> possibilità di recuperare le somme in eccesso oppure la legge determina
> automaticamente l'estinzione del diritto ad essere risarcito? La
> raccomandata inviata dopo due mesi dalla restituzione dell'immobile è
> inutile? Avere messo per iscritto di essere disponibili ad un accordo
> non implica la rinuncia ad avvalersi della prescrizione?


Cioè tu adesso vorresti farti restituire le somme versate in nero?
Mi chiedo comunque una cosa: non dev'essere stato proprio un furbone il
locatario, se si faceva pagare un importo a nero con un assegno. Ma il
fisco dorme? Cioè questo poi gli assegni li doveva pur versare, no? Come
giustificava quell'introito? E che spiegazione ti ha dato il finanziere
che ti ha sconsigliato di procedere?
Ragnarok 13 Ott 2017 00:14
Il 12/10/2017 10:22, Cordy ha scritto:

> Per come la vedo io, puoi fare solo una cosa: la "spia" alla guardia di
> Finanza.

Quando la sentenza andrà al registro ci penserà l'ade...


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ragnarok 13 Ott 2017 00:15
Il 12/10/2017 11:57, nn ha scritto:

> mi sfugge perchè tu debba avere le somme indietro
> se le hai pagate vuol dire che vi era un accordo verbale con cui il
> canone pattuito era quello.

Perché l'accordo verbale è nullo.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ragnarok 13 Ott 2017 00:16
Il 12/10/2017 13:02, Giampaolo Natali ha scritto:

> ha affittato un appartamento ad un prezzo che andava bene, in nero o in
> bianco non ha importanza.

Ha importanza eccome.
Se una clausola è nulla si ha diritto a farne valere la nullità e se in
virtù di tale clausola vi è stato un esborso economico si ha diritto
alle restituzioni.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ragnarok 13 Ott 2017 00:17
Il 12/10/2017 15:15, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:

> Grazie alla sua complicita'.
> Lei e' "correo".

In questo modo si giustifica pure il lavoro nero...
Sai perché si continua col lavoro nero? Perché quando si viene beccati
non c'è sufficiente disincentivo (è la stessa cosa dell'affitto).


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La questione del diritto in Italia | Tutti i gruppi | it.diritto | Notizie e discussioni diritto | Diritto Mobile | Servizio di consultazione news.