La questione del diritto in Italia
 

CTU e CTP.

Pierfrancesco 14 Mag 2017 18:46
Ci si chiede su it.cultura.filosofia come possa regolarsi un giudice
che, dovendo sentenziare su questioni con specifici aspetti tecnici o
scientifici, si trova di fronte a relazioni contradditorie della CTU e
della CTP.
Ora, e' ragionevole pensare che la relazione della CTU possa essere
piu' "obiettiva" in quanto non portatrice di interessi di parte, ma e'
questo elemento sufficiente per rigettare in toto, in tutti i casi, la
relazione della CTP ?
Con quali criteri o quali elementi considera il giudice per decidere ?
E la legge che dice ?
Grazie a chi vorra' rispondere.

--
Questo post vuole essere solo uno spunto di riflessione.
per contatti: pierferraro@teletu.it

Pierfrancesco
Max max 15 Mag 2017 23:11
Il 14/05/2017 18.46, Pierfrancesco ha scritto:
> ma e' questo
> elemento sufficiente per rigettare in toto, in tutti i casi, la
> relazione della CTP ?

No

> Con quali criteri o quali elementi considera il giudice per decidere ?

Il suo prudente apprezzamento. Quindi sarà portato a dar credito alla
ctu a meno che dalla ctp od anche da altri scritti difensivi non siano
evidenti errori od illogicità della ctu (capita)

> E la legge che dice ?

che il giudice è peritus peritorum. In ogni caso deve motivare perchè si
discosta dalla ctu mentre in caso contrario può limitarsi a far propri
gli esiti senza ulteriore motivazione. Il ctu motiva anche sulle
osservazione dei ctp

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La questione del diritto in Italia | Tutti i gruppi | it.diritto | Notizie e discussioni diritto | Diritto Mobile | Servizio di consultazione news.